Alcuni dei ragazzi collaborano già dal 2004 con il gruppo ravennate “Quelli del delitto” per le cene con delitto o murder party, con i seguenti testi:

La morte bianca
Lombardia, Monte Resegone, Lecco, 23 febbraio 2006. Durante una notte trascorsa in un rifugio, l’onorevole leghista Achille Serra viene accoltellato mortalmente. Casualmente, fra gli ospiti del rifugio era presente lo stesso commissario Boso il quale, in attesa dell’arrivo della polizia locale, inizia le indagini. Riuscirà a scoprire il colpevole?

La vera falsa morte
Lombardia, Segrate, 20 aprile 2006. Negli studi televisivi della Publimovie, il titolare Ettore Dini muore durante la scena finale di uno sceneggiato “Zucchero e Sale” in cui interpretava il ruolo di un personaggio violento che viene ucciso dalla moglie con alcuni colpi di pistola. La scena era già stata girata in precedenza con proiettili ovviamente a salve che poi qualcuno ha sostituito; chi fra i presenti (compreso lo stesso Dini, il cui umore era molto cambiato recentemente) ha potuto farlo?

La morte blu
Puglia, Gargano, 14 luglio 2006. Durante una immersione in solitario, l’ingegnere Piergiorgio Alboni, titolare della importante società Alboni SpA in qualità di tutore della futura amministratrice unica, la quindicenne Penelope Alboni (diventata orfana a causa di un recente incidente aereo che ha causato la morte di entrambi i genitori), muore a causa di un embolo. La scientifica riscontra una manomissione all’erogatore. Chi e perché ha compiuto l’attentato?

Volteggio “Martinèc”
Trieste, 20 agosto 2006, PalaTrieste, quadrangolare senior di ginnastica artistica femminile. Il commissario tecnico della nazionale bulgara, il famoso Andrej Martinèc, ideatore dell’omonimo volteggio, entra in coma ipodiabetico e muore subito dopo. L’autopsia rivela una totale assenza di insulina ed una esagerata presenza di glucagone, evidentemente qualcuno ha sostituito le fialette.
Riuscirà l’infaticabile commissario Boso a risolvere questo giallo bulgaro?

La partita con il morto
Romagna, Lugo 7 dicembre 2006. Nella villa dei marchesi Rigoni Degli Oddi, il maggiordomo Ambrogio Costa viene trovato cadavere nella sala della biblioteca, mentre stava celebrando la sua “festa privata” per il suo onomastico. L’autopsia rivela forti tracce di un potente veleno, presente nel serbatoio dell’acqua della macchinetta del caffé; il veleno era in possesso del marchesino che ne aveva una strana collezione conservata nella cassaforte di cui però tutti i residenti della villa ne conoscevano la combinazione. Chi di loro ha prelevato la fialetta e l’ha versata nella macchinetta?

La morte rossa
Calabria, Lungro 31 dicembre 2006. Come da tradizione, ogni fine anno il cav. Mimmo Esposito, titolare della omonima Azienda Viticola, si chiudeva in un suo magazzino per preparare i fuochi d’artificio, quando una improvvisa esplosione e successivo incendio distruggono tutto; il magazzino sembra essere stato chiuso dall’interno, quindi sicuramente si è trattato di una disgrazia.
O forse no?

Samhain
Toscana, Monte Amiata, 31 ottobre 2008. Alla fine della celebrazione dell’antico rito celtico di Samhain, la proprietaria di un centro di crescita spirituale, ma Deva Sanghita, rimane in meditazione all’interno del cerchio sacro, mentre gli altri ritornano al casolare. Non vedendola rientrare, il suo compagno, swami Prem Gyan, torna a cercare e la scopre cadavere, con il cranio fratturato. Uno strano delitto nel mondo della new-age.

 

Teen Murder

Perugia, 24 settembre 2009. In un appartamento comprato lo scorso anno dalla famiglia Hilton vivevano 3 studentesse insieme alla ricca Helena che però era deceduta 2 giorni prima per un cancro; la nipote Lucy viene trovata immersa nella vasca folgorata da una scarica elettrica proveniente da un phon acceso caduto nella vasca. La porta del bagno era chiusa a chiave; disgrazia, suicidio o omicidio?

 

Per maggiori informazioni www.lacenacondelitto.it